Pin It

Il programma della diciannovesima edizione della “Settimana Mozartiana”

di Francesco Rapino   

Si svolgerà a Chieti dal 10 al 17 luglio prossimi.

“Quest’anno la Settimana Mozartiana ha una dedica importante – ha sottolineato l’assessore alle Manifestazioni del Comune di Chieti, Antonio Viola – che è il ricevimento della città della medaglia d’oro al valore civile per i fatti risalenti all’accoglienza che Chieti ha saputo dare nel 1943-44.

Quindi partiamo il 10 con il Salotto Letterario in piazza G. B. Vico, il 10 e l’11 con le visite guidate al Teatro Marrucino e con delle mostre abbastanza significative nel nostro Museo Barbella per poi passare al 12 con la cerimonia della consegna della medaglia d’oro alle 17.30 presso il Teatro Marrucino e con un concerto alle ore 21 in piazza San Giustino.

Dopodichè ci sono altri eventi abbastanza significativi: il 14 sempre in piazza San Giustino avremo l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e ci sarà anche la partecipazione di Michele Mirabella, poi il 15 nello stesso posto avremo un altro concerto con il maestro Di Battista.

La Settimana Mozartiana si concluderà con un concerto della Filarmonica di Lussemburgo, si tratta di un omaggio a Beethoven.

Ci saranno tantissimi altri salotti al Vico, al Palazzo De Mayo con la collaborazione di buona parte della città”.

I “Salotti”

Sei saranno i salotti gestiti direttamente dal Comune, a cui si affiancheranno gli eventi collaterali organizzati dagli esercenti commerciali che non hanno voluto far mancare il proprio contributo alla manifestazione: Piazza San Giustino, salotto “grandi eventi”; Piazza G.B.Vico, “salotto letterario” dove si alterneranno le presentazioni dei libri di 17 noti scrittori editi da Garzanti, Longanesi, Piemme, EDT, Salani, Pizzo Nero, Pegasus, Il Viandante, Mondo Nuovo, Foschi, Chiare Edizioni, Meta, Neo. Teatro Marrucino, che rimarrà aperto anche per le visite guidate; Palazzo de Mayo, che tornerà a riaccendere le proprie luci con l’allestimento della Mostra “Chieti 1943-1944.

La Guerra, l’occupazione, lo sfollamento” e con i Concerti di musica da camera; Museo Barbella, che vedrà l’allestimento della mostra dell’artista marocchina Fathiya Tahiri nell’ambito del progetto “Stills of Peace and Everyday Life.

Italia e Marocco: una ricerca del senso contemporaneo” promosso dalla Fondazione Aria, patrocinato dal Comune di Chieti e curato da Paolo De Grandis, tra gli organizzatori della Biennale di Venezia, volto a realizzare momenti di incontro tra differenti tradizioni culturali nel mondo; Porta Pescara, dj set e musica jazz; Villa Comunale – Casina dei Tigli, musica jazz, cabaret; Palazzo Lepri; musica classica, vocale, cabaret, gospel, flamenco; Ottica Spinozzi - p.zza dei Templi Romani - mostra d’arte e musica classica; Gran Caffe' Vittoria - Corso Marrucino, Templum Caffe' - via Marco Vezio Marcello.

 

Riduzioni Tosap. Al fine di offrire un sostegno alle numerose attività economiche cittadine, l’Amministrazione Comunale, così come deliberato fin dal 2011, ha predisposto la riduzione dell’80% per le occupazioni di suolo pubblico temporanee (TOSAP) per tutti i pubblici esercizi del territorio comunale che aderiranno alle iniziative collaterali del programma artistico, nell’ottica di una politica fiscale volta ad incentivare le attività commerciali cittadine.

 

Comunicazione. L’intero programma artistico della settimana è consultabile sul sito internet del Comune di Chieti, sul sito internet www.settimanamozartiana.info, sulla pagina facebook “Settimana Mozartiana Chieti”.

Il sindaco Umberto Di Primio ha accolto favorevolmente la medaglia d’oro al valor civile che verrà consegnata alla città di Chieti: “È un motivo d’onore e di grande orgoglio il riconoscimento che il capo dello Stto ha voluto conferirci.

Essere una città medaglia d’oro a merito civile vuol dire avere avuto con quella medaglia il riconoscimento che quei teatini che nel ’44 si fecero portatori di un grande senso di accoglienza nei confronti di chi fuggiva dalla guerra, dalla propria casa, chi non aveva un tetto dove stare e quella città, la nostra, nel ’44 si seppe fare grande famiglia per tutti coloro che arrivarono dai comuni vicini e addirittura anche da altre regioni.

La figura di Monsignor Venturi che con il pontefice fece in modo che il Comando tedesco accogliesse la richiesta di Chieti città aperta, ma anche tutto quello che intorno a quel momento storico come particolare e drammatico può essere ricordato e invece l’amore dei teatini nei confronti delle altre persone e questa grande capacità di essere accoglienti credo che sia un motivo non solo di orgoglio ma anche di grande onore per la città e questo riconoscimento per noi arriva dopo un percorso iniziato in Consiglio Comunale, promosso dall’allora consigliere Bucci e poi approvato da me attraverso i Ministeri e oggi possiamo finalmente dire che anche il nostro gonfalone potrà esporre quella medaglia che ricorda quegli straordinari teatini.

Sicuramente è importante ricordare coloro che furono protagonisti di una pagina di storia, ma anche coloro che oggi con il loro lavoro hanno fatto in modo che si ricordassero degli eroi che hanno operato senza armi ma con l’amore verso l’altro”.

Il maestro Ettore Pellegrino ha ringraziato il Sindaco Di Primio per la stima e la fiducia accordatagli fin dal 2012 in qualità di direttore artistico del Teatro Marrucino “È giusto che possa ricambiare questo sentimento – ha commentato il M° Pellegrino – mettendo a disposizione gratuitamente il mio bagaglio artistico verso la città in occasione di un festival che compie quest’anno 19 anni di vita”.

Invece l’assessore Di Biase ha ringraziato gli esercizi commerciali per l’apporto e il coinvolgimento nella realizzazione degli eventi collaterali.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna