Pin It

Concerti, arte, teatro, aperitivi in musica

Dal 9 al 22 luglio fra Pereto, Rocca di Botte e Oricola

Tra i borghi di Pereto, Rocca di Botte e Oricola dal 9 al 22 luglio 2018 è in programma la seconda edizione del Festival della Piana del Cavaliere.

Concerti, arte, teatro e aperitivi in musica per una manifestazione di due settimane, selezionata per l'Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018, indetto dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell'Unione europea.

E in attesa del Festival la chiesa di San Giovanni a Pereto, a giugno, ha ospitato tre concerti dell'Accademia Internazionale di Alto Perfezionamento Musicale del Festival, che ha iniziato la sua attività nell'autunno scorso, con corsi di canto, pianoforte e violino: dopo la classe di canto del maestro Roberto Abbondanza del 2 giugno, il 17 giugno alle 18.30 classe di pianoforte del maestro Carlo Guaitoli, il 20 giugno alle 20.30 classe di violino del maestro Stefano Pagliani.

Successo di iscrizioni alle masterclass gratuite di alto perfezionamento musicale.

La durata di ogni corso è stata di 4-5 giorni.

Scegliere tromba, flauto, clarinetto, fagotto, oboe, trombone, basso tuba, percussioni e violino.

Una occasione di incontro e studio con maestri di livello internazionale: Kazuya Homma, Giampio Mastrangelo, Roberto Petrocchi, Andrea Bressan, Andrea Mion, Ottaviano Cristofoli, Diego Di Mario, Matteo Magli, Danilo Grassi e Stefano Pagliani.

Intanto è stato proclamato il vincitore del concorso indetto per realizzare il manifesto del Festival: è Andrea Pileri, 28 anni, di Terni.

Tema del bando era la Piana del Cavaliere come cantiere aperto di arte e cultura.

Le opere di Pileri saranno esposte, insieme a quelle degli altri partecipanti al concorso, nella sala consiliare del comune di Pereto nelle due settimane del Festival.

Il Festival della Piana del Cavaliere e le masterclass gratuite sono possibili grazie all'impegno di Aisico, Associazione italiana per la sicurezza della circolazione (che a Pereto ha il suo centro prove), attiva nel settore della sicurezza stradale anche attraverso educazione e formazione.

Aisico dal 2015 sostiene e produce eventi culturali: lavori teatrali, concerti operistici, premi letterari e il Festival.

L'attività di Aisico, spiega il presidente Stefano Calamani, "vuole qualificarsi in Abruzzo come portatrice non solo di un contributo imprenditoriale allo sviluppo economico della zona della Piana, ma anche come promotrice di una crescita sociale e culturale, tale da rendere un giusto merito ai valori storici e paesaggistici che la caratterizzano".

In questi termini il Festival si pone come una vetrina di alto profilo in grado di valorizzare questi luoghi da un punto di vista artistico e culturale.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna