Pin It

Niente sfiducia per il sindaco di Pescara

Alla fine sono mancati due voti per mandare a casa prima della scadenza il sindaco di Pescara Luigi Arbore Mascia.

Pessima figura dei carbonari che non sono riusciti a raggiungere quota 21 per far decadere il primo cittadino, come avrebbero voluto il Pd e l'Udc.

Che senso avrebbe avuto farlo quando siamo praticamente alla fine del mandato?

Si cercava di evitare che il sindaco potesse gestire il comune per la campagna elettorale?

Meglio un commissario, senza pensare minimamente agli interessi reali dei pescaresi.

Alcuni consiglieri, Acerbo e De Santis, non solo si sono tirati fuori, ma hanno giustamente invitato tutti a riflettere e ad evitare che la politica si riducesse a lotta di fazioni.

Come dare solo torto?

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna