Pin It

La prima vittoria sul campo in Serie A dopo 43 partite

di Giuseppe De Bellis*

Piacerà molto la storia del Pescara che con Zeman vince per la prima volta sul campo in Serie A dopo 43 partite.

 

E vince 5-0. Sembra tutto perfetto, no? L'allenatore che deve provare il miracolo di una salvezza impossibile.

Ed è proprio lui: Zeman, che per un sacco di gente è simbolo di un calcio giusto e spettacolare.

Arriva Mister Z e cambia tutto: la squadra che ne ha prese ovunque, stavolta le dà.

Oggi vedrete quante parole a effetto.

Qualcosa tipo la «cura Zeman», la «magia di Zeman», la «forza» di Zeman, lo «show» di Zeman.

Eppure questa storia è più triste che allegra, è più mediocre che esaltante.

Perché questa squadra non è cambiata e Zeman è arrivato da tre giorni: neanche il più ottimista o il più in buona (o mala) fede può onestamente pensare che ci sia qualche merito suo in questo risultato.

Anche lui stesso, nonostante non sia il più modesto e umile del mondo, l'ha ammesso. Allora la sensazione è brutta, è quella di una squadra che s'è svegliata dopo che c'è stato il cambio in panchina.

E anche qui a pensarla in maniera buonista.

Perché a pensar male verrebbe da dire che prima giocasse contro.

E allora questa vittoria è figlia del lavoro di Massimo Oddo che il Pescara l'ha portato in A l'anno scorso facendo un campionato di B stupendo e ha creduto nei suoi giocatori.

Ieri si dev'essere sentito tradito, quantomeno.

Il calcio non ha riconoscenza, d'accordo.

Ma non dev'essere per forza vigliacco come appare certe volte.

*www.ilgiornale.it

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna