Pin It

Di Francesco Rapino

 

Città Sant’Angelo. Con un gol per tempo l’Angolana regola l’Isernia ed ipoteca il passaggio al turno successivo della fase nazionale della Coppa Italia di Eccellenza. I nerazzurri al Petruzzi si impongono 2-0 grazie ad una doppietta di E. De Luca. Primo tempo non esaltante con le due squadre che si studio ed hanno forse un po’ paura di farsi male. Partono bene i molisani, ma con il passare dei minuti la squadra di D’Eustacchio guadagna terreno e si fa propositiva fino a trovare il vantaggio. La rete dà maggiore fiducia ai padroni di casa che nella ripresa rientrano in campo con un buon piglio creando diversi pericoli alla retroguardia ospite e trovando il secondo sigillo che gli permette di affrontare con maggiore serenità la gara di ritorno che si giocherà in Molise il prossimo 18 febbraio. Nell’Angolana assenti l’indisponibile Stornelli e lo squalificato Vitale. Invece nell’Isernia out l’indisponibile Toccia e Mingione appiedato dal Giudice Sportivo.

Al 5’ Panico riceve da un compagno di squadra, la sua conclusione da fuori è bloccata da Angelozzi. Al 29’ gran conclusione dalla distanza di E. De Luca, ottimo intervento di Scalia che devia in angolo. Sugli sviluppi del corner ancora E. De Luca di testa manda di poco a lato. Al 35’ ancora il numero 7 nerazzurro si libera al limite dell’area, la sua conclusione va sul fondo. al 42’ traversone di Di Camillo dalla destra, Pirelli in tuffo non ci arriva per un soffio. Al 48’ Angolana in vantaggio: su una ripartenza Mottola appoggia per Farindolini che serve E. De Luca che supera Scalia.

Nella ripresa all’8’ A. De Luca dalla destra appoggia in mezzo per Di Camillo che dal limite manda di un nulla sopra l’incrocio. Al 17’ il raddoppio dell’Angolana: buona manovra dei padroni di casa, Miani riceve sulla destra, mette in mezzo per E. De Luca ce di piatto appoggia in rete. Al 29’ angolo di Panico, Fontana in girata impegna Angelozzi in angolo. Al 32’ su una pericolosa conclusione di Carbone, Mottola ribatte in angolo. Al 42’ Scarponcini dalla destra impegna Scalia in corner. Al 44’ Faridonolini riceve da E. De Luca, la sua conclusione è bloccata a terra dall’estremo ospite. 1’ dopo punizione di Panico che manda di un soffio sopra la traversa.

 

I commenti dei due tecnici

Ettore D’Eustacchio (allenatore R. C. Angolana): “Abbiamo fatto una bella partita, giocando sempre a calcio e non lasciando nulla. Alla fine penso che il risultato ci stia un pochino stretto, potevamo fare qualche gol in più. Bisogna rimanere concentrati perché il percorso è ancora difficile. Miani ha fatto bene, ma hanno fatto bene tutti, abbiamo giocato bene a centrocampo, giocando bene sempre, soprattutto a sinistra andando sempre al cross. Davanti le due punte si sono mosse abbastanza bene rendendosi sempre molto pericolose contro una buona squadra che si è messa bene senza perdere di vista il loro contropiede, diciamo che siamo stati quasi perfetti. La qualificazione? Io dico che abbiamo il 50% di possibilità di passare il turno perché le partite sono strane, il calcio ci insegna che non bisogna ai mollare. Noi dobbiamo pensare a lavorare come stiamo facendo da inizio anno e cercare di andare a Isernia a fare la nostra partita e giocando a pallone, per fare questo bisogna lavorare quotidianamente. L’Angolana ha dei trascorsi in serie D, ma il calcio tende a dimenticare in fretta e conta molto il presente. Io faccio calcio da quando avevo 15 anni, bisogna lavorare quotidianamente ed essere sempre presenti perché contro l’Angolana tutti fanno la partita della vita, quindi se non si è al meglio si fa fatica”.

Pierluigi De Bellis (allenatore Isernia): “Abbiamo affrontato un’ottima squadra, ben organizzata, magari il peccato è stato quello di aver subìto il primo gol all’ultimo minuto di recupero della prima frazione di gioco, fino a quel momento avevamo contenuto bene gli avversari, ma loro sono stati bravi a creare diverse occasioni da gol anche nel primo tempo, però fino a quel momento avevamo contenuto bene le loro giocate e le loro ripartenze. È arrivato questo gol, poi siamo rientrati in campo pensando di cambiare qualcosa, ma poi loro hanno trovato un altro gol penso più su un errore della nostra difesa e da lì non abbiamo avuto una grossa reazione. Poi in settimana non siamo stati aiutati da qualche situazione, siamo stati cinque giorni fermi e questo non ci ha permesso di preparare al meglio la partita. Comunque il 2-0 è un risultato assolutamente recuperabile, loro sono una buona squadra però noi non ci siamo espressi nel migliore dei modi quindi questo credo che sia di buon auspicio per il ritorno. È inutile negarlo, quando mancano persone come Mingione e Tuccia veramente si paga a livello di forza e di intensità anche perché non abbiamo una rosa molto ampia e queste due assenze hanno pesato sull’economia della squadra. Però fortunatamente mercoledì prossimo dovremmo avere tutti a disposizione. Anche se per noi il campionato rimane l’obiettivo più importante, prepareremo questa partita al meglio”.

 

Tabellino

R. C. Anglana (4-4-2): Angelozzi, Miani, Ricci, Di Camillo, Mottola, Remigio, E. De Luca, Cipressi (44’ st Lib Alizadeh), Pirelli (30’ st Scarponcini), Farindolini, A. De Luca (32’ st Carpegna) A disposizione: D’Andrea, Forlano, Agnellini, Di Domizio Allenatore: D’Eustacchio

Isernia (4-3-2-1): Scalia, Laurelli, De Vizia, Marziale (18’ st Carbone), Sabatino, Pepe, Santilli (11’ st Damizia), Fontana, Buonanno, Panico, Grasso (28’ st Guglielmi) A disposizione: Minichetti, Esposito, Corrado, Rea Allenatore: De Bellis

Arbitro: Dell’Olio (sezione di Molfetta)

Assistenti: Pedarra (sezione di Foggia) e Pappagallo (sezione di Molfetta)

Marcatori: 48’ pt e 17’ st E. De Luca

Ammoniti: Remigio, Di Camillo e A. De Luca (RCA) Pepe, Santilli, Fontana e Laurelli (I)

Espulsi: nessuno

Note: angoli 5-5 recupero 3’ pt 4’ st

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna