Stampa
Visite: 233

Antonio RazziUno scippo nei confronti dei cittadini

di Gino Di Tizio

In questi convulsi giorni che la politica sta vivendo viene spesso citato Antonio Razzi come esempio negativo nella attualissima questione dei voltagabbana, dalla presenza dei quali dipende la vita del nostro governo, ma pochi riflettono su un fatto: l'ex senatore è stato l'unico che ha affermato un principio che credo sia importante recuperare e parlarne esaminando l'argomento.

Disse infatti Razzi: fino a quando sono stato eletto con voti personali dai residenti all'estero il cartellino di parlamentare era mio e potevo disporne con il solo obbligo di rispettare l'impegno assunto con chi mi aveva dato il voto; quando è stato Berlusconi a mettermi in lista, con i posti già assegnati, il cartellino è diventato di sua proprietà ed ero obbligato a seguire sempre le sue indicazioni."

Perché non si riflette mai compiutamente sullo scippo che è stato fatto nei confronti dei cittadini che non possono più scegliere il proprio candidato, ma solo avallare, volenti o nolenti, le scelte fatte dai vertici dei vari partiti?

tutti pazzi per la Civita