Pin It

Il vero male è nel rapporto che ormai esiste tra politica e magistratura 

di Gino Di Tizio

Roberto Giachetti, politico di lungo e anche complicato corso, ha parlato, in una intervista apparsa ieri sul Corriere della Sera di "giustizia malata" nei confronti della quale, ha rivendicato, è giusto formulare critiche.

Tutto, certo, è criticabile, ma se di malattia si deve parlare va detto che malato, grave, è ormai il rapporto tra politica e magistratura, con il rischio che a patirne le conseguenze siano poi i cittadini italiani.

Giachetti parte dai domiciliari inflitti ai genitori di Renzi, ma dovrebbe spaziare oltre, per essere accettato, e mettere sotto accusa in ogni caso la carcerazione preventiva, quando abbiamo una Costituzione che dice che ogni cittadino va considerato innocente fino all'ultimo grado di giudizio.

Questo principio dovrebbe rendere il carcere preventivo inconciliabile con la nostra Carta, che si vuole sia la più bella del mondo, oppure rendere il ricorso a questa misura un fatto eccezionale, come invece non è, non solo per i Renzi, ma per tanti carneadi.

Curiamo allora la malattia: rimettiamo le cose in giusto equilibrio, nel rapporto che ci deve essere, partendo da rispetto vero nei confronti dei cittadini, quello che troppe volte manca nell'attuale sistema, sia politico che giudiziario.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna