Stampa
Visite: 92

Gli avvocati penalisti contro Salvini e Bonafede

di Gino Di Tizio

Sono accusati di esibizionismo ma nessuna parola contro altri soprusi ai danni dei cittadini.

Gli avvocati penalisti italiani hanno sottoscritto un durissimo attacco contro Salvini e Bonafede.

Scrivono che "Quanto accaduto in occasione dell'arrivo a Ciampino del detenuto Battisti è una pagina tra le più vergognose e grottesche della nostra storia repubblicana",

Sostenendo anche che "è semplicemente inconcepibile che due Ministri del Governo di un Paese civile abbiano ritenuto di poter fare dell'arrivo in aeroporto di un detenuto, pur latitante da 37 anni e finalmente assicurato alla giustizia del suo Paese, una occasione, cinica e sguaiata, di autopromozione propagandistica".

L'Unione camere penali ha espresso infine "sdegno e riprovazione per questa imbarazzante manifestazione di cinismo politico".

Ne prendo atto ma mi chiedo perché questo sdegno non mi risulta sia stato mai espresso quando, dopo una operazione di polizia, con persone ancora in attesa di giudizio, quindi da considerare innocenti, vengono pubblicate foto segnaletiche degli arrestati, esposte nel corso di puntuali conferenze stampa alle quali partecipano spesso anche magistrati.

Una barbarie contro la quale mi batto, nel ruolo che ho come giornalista, da anni, senza alcun risultato concreto.

C'è speranza ora che dagli avvocati giunga un po’ di indignazione anche per questa condanna alla gogna che nessun codice prevede ma che viene puntualmente comminata a cittadini privati di dignità ed anche della tutela doverosa?

tutti pazzi per la Civita