Pin It

Sconcertante scontro sulla prescrizione tra due ministri del "Governo del cambiamento"   

di Gino Di Tizio   

Botta e risposta tra ministri Bongiorno e Bonafede.   

La prima ha parlato di "bomba" destinata a sconvolgere il pianeta giustizia, in riferimento alla proposta di 5 stelle di allungare i tempi della prescrizione, l'altro ha risposto che l'unica bomba da temere è "la rabbia dei cittadini".

Si tratta di due avvocati, da notare, che dovrebbero ben sapere qual è lo stato del nostro sistema giudiziario e quindi capire se questa legge può essere un passo avanti o l'ennesima caduta, dovuta non solo a chi ha il dovere di far funzionare la bilancia ma soprattutto a chi determina, con le leggi che approva, la sostanza e l'efficacia dei pesi da adoperare.

Da cittadino mi aspetterei, più che sceneggiate sui social, riflessioni ponderate e serie per affrontare finalmente il tema giustizia, che non si risolve certo allungando a dismisura i tempi, ma rendendoli tali da soddisfare le attese di chi chiede giustizia, parti civile o imputati che siano.

E' vero che molte volte le prescrizioni segnano una sconfitta per la giustizia, ma è altrettanto vero che la prima sconfitta che tocca al sistema giudiziario è non essere riusciti a far funzionare la bilancia ogni volta che arriva il tempo di cancellare tutto.

In conclusione, se davvero si vuole il cambiamento tanto auspicato, si mettano finalmente al bando gli azzeccagarbugli di manzoniana memoria, capaci di mettere ostacoli continui al cammino della stessa giustizia, e tutti coloro che nello svolgere il ruolo mostrano incapacità, lassismo e sono i primi responsabili della resa che arriva con la vituperata prescrizione,

Tutto questo nel rispetto dei sacrosanti diritti di ogni cittadino di avere una giustizia che sia capace di agire, ma in tempi che sono peraltro normali in altri paesi.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna