Pin It

Paolo GattiIl decadimento della Politica  

di Gino Di Tizio

Non conosco personalmente Paolo Gatti, ma nel mio ruolo di giornalista ovviamente l'ho sempre seguito e proprio partendo dalla mia posizione di testimone dei fatti della politica sento il dovere di esprimergli piena solidarietà, dopo aver preso atto del suo no grazie alla politica e letto le motivazioni di questo gran rifiuto.

Gatti non si riconosce più nello "scadimento culturale", nell'arrivismo selvaggio, nella incompetenza dilagante, nell'eccesso di scorrettezze personali prima che politiche e soprattutto "nella ipocrisia che ha raggiunto livelli inaccettabili (soprattutto quando praticata da improbabili e smemorati moralizzatori)"...

Mi fermo qui, perché ci sono tutti gli elementi per dare ragione a Paolo Gatti, che rifiuta una politica scaduta nel politicantismo.

Dispiace solo perderlo, perché la sua sconfitta diventa quella di tanti che insistono nel credere che la Politica possa essere ancora scritta con la lettera maiuscola.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna