Stampa
Visite: 254

L’effetto boomerang delle divisioni interne

di Gino Di Tizio

Ci sono due motivi di riflessione per i signori dei partiti che gestiscono le cose abruzzesi legate a quanto avvenuto a Teramo e a Silvi: hanno perso le formazioni politiche che avevano determinato, facendo cadere i rispettivi sindaci, il ritorno anticipato alle urne.

Sia il centro destra che il centro sinistra hanno quindi pagato il peso negativo delle divisioni interne, e non sarebbe davvero male se ora al loro interno si cercassero i responsabili di quanto avvenuto.

Altro motivo è l'astensione, figlia del disinteresse, anzi del disgusto, che cresce nei confronti di comportamenti della politica che la gente stenta sempre di più ad accettare.

tutti pazzi per la Civita