Basta un clic per vedersi addebitare abbonamenti mai richiesti

di Gino Di Tizio

Le vie che portano a creare problemi al povero cittadino, ed anche, come in questo caso, a truffarlo, sono davvero infinite: infatti forse non tutti sanno, ma a molti è capitato, che navigando su internet con il tuo cellulare basta un clic per visualizzare una pubblicità o un messaggio che rischi di ritrovarti addebitati, senza alcun preavviso o richiesta di conferma, abbonamenti settimanali da cinque euro.

L'onorevole Amato chiede spiegazioni per le affermazioni del presidente D'Alfonso 

di Gino Di Tizio

"Nel pubblico c'è un mondo interessato a organizzare i ritardi e non vuole la puntualità" e questo mondo, secondo quanto dichiarato dal presidente della Regione Luciano D'Alfonso impedirebbe alla stessa Regione di "investire nel pubblico" facendo assunzioni e comprando macchinari per contenere le liste di attesa.

Tocca ai media alzare argini contro i politici inattendibili

di Gino Di Tizio

Sostiene Giuseppe De Rita, in un articolo pubblicato dal Corriere della Sera, dal titolo "Il declino dei leader (politici)", tra l'altro che "se la politica ai livelli più alti diventa protagonismo mediatico, si può convenire che ha stancato".

Ha ragione il direttore de Il Centro

di Gino Di Tizio

Assurdo spacciarli come diritti acquisiti e costituzionalmente garantiti.

Per capire si deve tornare ad una lettera di Del Vecchio inviata a tutta la d'Annunzio

di Gino Di Tizio

Nell'articolo pubblicato su repubblica.it Corrado Zunino ha definito la d'Annunzio l’"università più conflittuale d'Italia", segnata com'è da una "lunga serie di contenziosi tra vecchi e nuovi dirigenti".