Multa ad Alessio Feniello   Non si prevarica nessun ruolo chiedendo risposte sui tanti dubbi sollevati dal caso 

di Gino Di Tizio

Per la bruttissima vicenda della multa a Alessio Feniello, multato per la non lieve cifra di 4550 euro, che potrebbe, se non pagata, addirittura aprirgli le porte del carcere, per aver portato fiori a Rigopiano, nell'albergo dove era morto il figlio Stefano, violando i sigilli giudiziari che erano apposti per delimitare l'area dove era avvenuta la tragedia, il comitato per Marsilio presidente ha organizzato una raccolta fondi.

Quando la giustizia appare disumana nelle sue valutazioni 

di Gino Di Tizio

La notizia, come è noto, è che il Gip del tribunale di Pescara su richiesta della ha condannato Alessio Feniello, papà di Stefano, il 28enne di Valva che perse la vita dopo una valanga di neve che rase completamente al suolo l’Hotel Rigopiano di Farindola, in Abruzzo, nel gennaio del 2017, a pagare 4550 euro di multa che potrebbero trasformarsi, se la multa non viene pagata, in detenzione in carcere.

Unici sprazzi di luce da Giovanni Legnini e Fabrizio Di Stefano

di Gino Di Tizio

In attesa di conoscere nomi e soprattutto programmi

Evidenti situazioni legate all'anno di nascita mi hanno reso testimone di tante campagne elettorali, tra prima e seconda repubblica, dove davvero si è visto di tutto e di più.

La politica del Belpaese è sempre più lontana dal sentire del "popolo sovrano"   

di Gino Di Tizio

Il lungo e non indolore travaglio che ha preceduto la scelta del candidato del centro destra alle prossime elezioni regionali alla fine una dimostrazione chiara l'ha data: la politica è sempre più lontana dal sentire e anche dai desiderata della gente.   

Mai vigilia elettorale è stata così confusa   

di Gino Di Tizio   

Con i partiti che sembrano aver perso la bussola.