La riforma tradita

di Gino Di Tizio

I dirigenti degli enti locali sono in piena burrasca.

Alla Regione sono contestati per gli alti stipendi che incassano, senza poi garantire quel livello di efficienza che dovrebbe essere assicurato.

Senza vergogna! 

di Gino Di Tizio 

Senza vergogna. Mentre a tutti noi si chiedono sacrifici che incideranno pesantemente sul futuro che ci attende, dal Parlamento, per la questione dei vitalizi cancellati , (ma, sia chiaro, solo dalla prossima legislatura, così come è stato deciso anche alla Regione Abruzzo), arrivano notizie di deputati e senatori che non ne vogliono sapere di vedere ridotti i loro privilegi. 

Giustizia a passo di rock 

di Gino Di Tizio 

“Pescara. Macché imparziali, giudice e pm suonano insieme”: è questo il titolo apparso nella prima pagina de Il Giornale, a firma di Gian Marco Chiocci. 

Da cosa parte questo articolo? 

Quale la denuncia, quale  lo scoop che il giornalista è riuscito a fare? 

L’informazione targata

di Gino Di Tizio

Il presidente della Giunta regionale Gianni Chiodi usa con buona frequenza Facebook per lanciare messaggi e aprire contatti diretti con il vasto popolo di internet.

No a beghe a fini elettoralistici

di Gino Di Tizio

Avevamo scritto, in questo stesso spazio del nostro giornale on line, che la cosa peggiore che poteva capitare agli aquilani, nella difficilissima situazione in cui vivono e con tantissimi problemi ancora da risolvere, sarebbe stata una campagna elettorale che non avesse tenuto conto della realtà della città terremotata per percorrere le consuete strade della propaganda , tesa solo a portare acqua a ben individuati mulini.