Attenzione a non strumentalizzare i fatti dimenticando la lezione del passato 

di Gino Di Tizio

Una nuova tangentopoli? Questa è l'emergenza?

Mancano percorsi che gli imprenditori possono compiere senza "ungere" le ruote del loro carro 

di Gino Di Tizio

Torna "tangentopoli"? Sono in tanti, sui media, a farsi questa domanda, magari preceduta da una perentoria affermazione, "Non se ne è mai andata dal BelPaese", ma qual è la verità che emerge dagli ultimi arresti sempre legate a tangenti?

Il procuratore di Roma denuncia l'uso strumentale delle iniziative giudiziarie

di Gino Di Tizio

A prescindere dal loro esito finale  

Della lunga intervista al Procuratore capo di Roma Giuseppe Pignatore, da mercoledì in pensione, pubblicata oggi da il Corriere della Sera riporto una sola frase pronunciata dal magistrato: "Il nostro è da sempre un Paese profondamente diviso, in cui si continua a negare legittimazione all'avversario politico e non si rinunzia ad usare contro di lui il risultato delle indagini, a prescindere dal loro esito finale".

Le disfunzioni gravi di chi manovra la bilancia della giustizia

di Gino Di Tizio

"La forma è sostanza", nel nostro sistema giudiziario: quindi può accadere che un processo venga annullato o che debba ripartire punto e a capo per una citazione sbagliata, un avviso non recapitato, una firma mancante o arrivata in ritardo ed anche che esca dal carcere, come è capitato in questi giorni in Abruzzo, una persona imputata di reati pesanti, come spaccio di droga, perché si è tardato a fissare la data dell'interrogatorio...

Spesso ignorata la presunzione di innocenza   

di Gino Di Tizio

La giustizia nel lungo suo cammino offre garanzie al cittadino, negate invece da chi ignora il dettato della presunzione di innocenza.