Luigi Di MaioQualche riflessione dopo le sue parole alla trasmissione Porta a Porta

di Gino Di Tizio

Il 3 maggio è stata la giornata mondiale dedicata alla libertà di stampa e proprio quel giorno ho assistito alla trasmissione di Bruno Vespa, Porta a Porta, nel corso della quale l'aspirante premier Luigi Di Maio ha detto testualmente: "Negli ultimi 50 giorni i telegiornali Rai ci hanno trattato con i guanti bianchi perché avevano paura che andassimo al governo e sostituissimo i direttori. Lo faremo molto presto" .

Mario LandolfiVicenda "esacrabile", ma l'informazione non ha fatto una bella figura 

di Gino Di Tizio

Trovo "esacrabile", per stare a quanto dichiarato dallo stesso Landolfi, il violento schiaffo che ha riservato al giornalista Lupo, ma non riesco ad applaudire il tipo di giornalismo che ho visto ancora una volta andare in onda nel corso della trasmissione di Giletti "Non è l'arena". 

Giuseppe D'AngeloL'esempio del sindaco di Casacanditella esiliato dal suo paese  

di Gino Di Tizio

Il caso del sindaco di Casacanditella, Giuseppe D'Angelo, esiliato dal suo paese con un provvedimento del Tribunale del Riesame, costretto quindi a continuare il suo lavoro di amministratore da altro paese, sta avendo, dopo che Il Centro lo ha rivelato, valenza nazionale.

Si parla di Luigi, Matteo, Silvio e si ignorano i cittadini elettori

di Gino Di Tizio

Tutti i principali quotidiani e le altre fonti di informazioni hanno dato spazio ai veti emessi dall'aspirante premier Di Maio nei confronti di Berlusconi e Renzi.

Per il vice presidente del Csm Legnini è un tema da affrontare 

di Gino Di Tizio

Intervenendo sulle parole pronunciate dal Pm Zucca che in un convegno sul caso Regeni ha affermato che "i nostri torturatori sono al vertice della polizia, il vice.presidente del Csm Giovanni Legnini tra l'altro ha dichiarato: