Stampa
Visite: 701

Riceviamo e pubblichiamo 

Parco della Costa Teatina

Il Pdl Casalbordino e il Movimento IdeaReAzione esprimono il loro no all’istituzione del Parco della Costa Teatina.

 

Non crediamo ad un Parco nato 10 anni fa frutto  peraltro di un colpo di mano, senza il coinvolgimento del territorio e senza finanziamenti. 

I governi regionali e provinciali di centro sinistra in tutti questi anni non hanno prodotto nulla.

Credo che il no di cinque comuni su otto sia un dato da tenere in considerazione, così come credo sia rilevante il fatto che i comuni che in qualche modo fronteggiano le ragioni del Parco ad oggi non abbiamo prodotto nessun documento ufficiale.

Laddove è stata data la possibilità alla popolazione di esprimersi tramite referendum, il risultato è stato netto con il 95% contrari.

Un accanimento, quello del Parco a tutti i costi, a cui rispondiamo con la condivisione del progetto del Comprensorio Turistico della Costa dei Trabocchi rilanciata dell’Assessore Regionale Mauro Febbo.

Il progetto è ampiamente condiviso, il binomio tutela del territorio e turismo  è molto più funzionale ma soprattutto permette un utilizzo immediato dei Fondi Fas.

Per quanto riguarda il territorio di Casalbordino, lo stesso oggi è largamente tutelato. Si pensi alle dune, al tratturo, alla zona di Santo Stefano, alle casette di Santini, ecc.

Ciò che al contrario ci preoccupa è l’atteggiamento e la scarsa chiarezza dell’amministrazione comunale.

Durante la compagna elettorale erano favorevoli al Parco, recentemente in consiglio comunale hanno espresso parere negativo alla perimetrazione mettendo in discussione la stessa legge istitutiva.

Oggi si apprende dal Sindaco Remo Bello che procederanno alla perimetrazione. Un modo di fare che evidenzia la mancanza di idee e che non giova al territorio.                                                                                                                                Luca Tonelli

Casalbordino, 09/09/2011