Stampa
Visite: 441

L’impegno per aumentare il livello qualitativo

di Francesco Rapino

L’Assessore allo Sport del Comune di Chieti, Antonio Viola, ed il patron della Chieti Calcio, Giorgio Pomponi, hanno fatto il punto sull’affidamento dello Stadio Angelini, con i relativi problemi che si sono venuti a creare negli ultimi giorni, e sui rapporti tra l’amministrazione comunale e la società calcistica.

“Abbiamo qualche difficoltà nell’affidamento dello stadio – ha spiegato l’assessore Viola – perché a questo bando ha partecipato soltanto la Chieti Calcio, ci sarebbero delle situazioni debitorie pregresse assolutamente non dovute all’attuale gestione.

Il patron Pomponi in questi mesi ha cercato di arginare la difficile situazione economica. Esprimiamo la nostra vicinanza alla Chieti Calcio cercando di essere sempre disponibili ad andargli incontro, così come alle altre società sportive.

Prendiamo la gestione provvisoria senza alcun tipo di problema, alla Chieti Calcio sono riservati sia gli spazi sportivi che per le iniziative come gli eventi ed i concerti.

Per il Comune di Chieti è difficile gestire il tutto a livello umano ed economico, appena possibile faremo un altro bando di gara. Noi la scorsa settimana abbiamo approvato delle tariffe sia per l’Atletica che per la Chieti Calcio che noi siamo disponibili a mantenere. Comunque sia abbiamo la volontà di proseguire i buoni rapporti con il sodalizio nero verde”.

“Ringrazio l’assessore Viola – ha detto il patron del Chieti, Giorgio Pomponi – ad oggi ufficialmente viviamo questa situazione. Per quanto riguarda la gestione dello Stadio, della pulizia e della manutenzione, fino a questo momento se ne è occupata soltanto la Chieti Calcio.

Io voglio nel modo più assoluto che non si facciano due pesi e due misure, quindi ciò che viene deciso per la Chieti Calcio deve essere deciso per tutti. Faremo degli eventi all’Angelini pagando l’affitto.

Da oggi in poi ci metteremo sotto per recuperare questa brutta stagione che abbiamo fatto perché i colori della città meritano qualcosa in più”.