Stampa
Visite: 457

Lʼappello della madre per restituire il maltolto

Per lo studente di terza media quel portatile era tutto: gli permetteva di comunicare con compagni e professori. Senza di esso, non può affrontare gli esami scolastici a giugno

Per Luca - nome di fantasia - il computer era tutto: non solo uno strumento di studio, ma anche il mezzo più veloce per comunicare con professori e compagni.

Luca è infatti un ragazzino di 13 anni non vedente che frequenta la terza media ad Atessa, in provincia di Chieti: il suo pc, dotato di particolari programmi, è stato rubato a scuola.

La madre, appellandosi ai ladri affinché restituiscano il maltolto, spiega come ci siano voluti anni per adattare il portatile alle esigenze del figlio, supportato da una stampante in braille e ad una fondamentale tastiera con la sintesi vocale.

Luca deve peraltro sostenere gli esami di terza media a giugno, e senza il suo prezioso strumento sarà molto difficoltoso poter affrontare con serenità questa prova.

www.tgcom24.mediast.it