Pin It

APPROVATA LA LINEA PORTATA AVANTI DALL’ASSESSORE FEBBO

Il Consiglio regionale ha approvato nel pomeriggio di oggi una risoluzione sull'istituzione del Parco Nazionale della Costa Teatina presentata dal Capogruppo del PdL Lanfranco Venturoni, con i voti del Pdl e l'astensione di Fli, Udc e Api. 

Nel documento, presentato dall'Assessore regionale ai Parchi Gianfranco Giuliante, viene fatta propria la linea espressa dall'Assessore regionale Mauro Febbo in polemica politica con le opposizioni, che fecero anche richiesta di un Consiglio regionale straordinario all'Emicicl.

"Il dibattito sul Parco della Costa Teatina - si legge nella risoluzione - si deve concentrare sulle riserve, perché queste possano costituire il nucleo originario di un nuovo concetto di Parco, un Parco diffuso, un Parco a isole, connesse fra loro in un sistema territoriale a rete.

E' qui la soluzione, è qui il futuro per questa importantissima fascia del territorio abruzzese.

L'elemento connettivo di questo sistema aperto, potrà essere individuato nel tracciato della ferrovia costiera, cosi' da integrare, in un unicum riqualificante e innovativo, il Progetto Speciale Territoriale della fascia costiera, elaborato dalla Provincia di Chieti, e quello del Parco della Costa.
Valido supporto a tale scelta  potrà essere un Piano del Parco che concentri gli elementi distintivi di tutela, facendoli coincidere con i perimetri delle Riserve esistenti; che istituisca una fascia intermedia coincidente con il tracciato ferroviario (considerabile quale 'corridoio ecologico') e individui un'area di protezione esterna, la cui perimetrazione è già nota, che consenta un equilibrato sviluppo del distretto turistico costiero teatino-frentano-vastese e la valorizzazione delle peculiarità produttive d'eccellenza dei comprensori interessati.

Un siffatto Parco e il Piano ad esso conseguente, potrebbe recepire quanto già previsto negli strumenti di pianificazione territoriale di area vasta già esistenti e non compromettere le attività socio-economiche attuali e future".

Respinta, invece, un'altra risoluzione a firma di Walter Caporale (Verdi). Le opposizioni avevano chiesto le dimissioni di Mauro Febbo da coordinatore del Tavolo tra i Comuni interessati, la Regione e la Provincia di Chieti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna