Stampa
Visite: 820

PARLA L'EX PRESIDENTE COLETTI 

Come era prevedibile nelle polemiche che si sono scatenate tra maggioranza e opposizione alla Provincia di Chieti non poteva mancare la voce di Tommaso Coletti, l'ex presidente chiamato in causa dal centro destra. Questa la sua replica:

Ancora polemiche sulla passata gestione senza mai parlare di quella attuale.

Dopo la figuraccia rimediata dalla Giunta e dalla sua maggioranza di centrodestra durante i lavori del Consiglio Provinciale del  5  u.s., quando nel corso del dibattito sul conto consuntivo 2010, è stato evidenziato che la Giunta Provinciale in quell’esercizio ha speso circa 1.300.000 euro in più rispetto alle entrate utilizzando fondi con destinazione vincolata per la copertura del disavanzo 2009, due giovani esponenti della maggioranza di centrodestra, Sigismondi del Pdl  e Fioriti dell’UDC, insistono nella polemica evocando altri possibili debiti fuori bilancio.

E’ una storia che parte con l’insediamento di questa amministrazione, sottolinea il Sen. Tommaso Coletti, probabilmente per coprire le inefficienze e le incapacità mostrate in questi due anni  di amministrazione a guida centrodestra.

I debiti vengono annunciati e poi mai riconosciuti come nel passato per l’Irap e per il Consorzio Industriale Val Pescara.

Ciò significa che non sono debiti altrimenti, dopo due anni, l’avrebbero riconosciuto come spesso dice il collegio dei revisori.

In realtà, come spesso abbiamo detto, i debiti fuori bilancio riconosciuti, a torto o a ragione, entro dicembre del 2009, ammontano a circa 3.500.000 euro di cui  circa il 70% afferente alla precedente amministrazione di centrodestra, a fronte di annunci molto, ma molto superiore a detta cifra,  allo scopo di suscitare indignazione nei cittadini.

Oggi l’ennesimo annuncio non suffragato da atti.  Evocano, continua Coletti, probabili debiti per gli Europei di Basket e per un progetto di telefonia e trasmissione dati realizzato dalla Telecom, collaudato e mai messo in funzione da questa amministrazione.

Per gli europei di Basket questa  amministrazione si è opposto davanti al giudice competente ritenendo che la Provincia non deve dare assolutamente niente, mentre per la telefonia che aveva la copertura necessaria attraverso un contratto di leasing, l’attuale amministrazione  è andato in contenzioso con la società che ha  già realizzato il progetto, bloccando l’utilizzo dell’impianto senza nessun atto deliberativo e revocando il contratto di leasing senza preoccuparsi di trovare la copertura finanziaria per far fronte alle spese già effettuate.

Su questo ultimo problemi la minoranza a settembre del 2010  ha presentato una mozione per evitare il contenzioso, ma la maggioranza ha preferito rinviare il problema. Prima o poi torneremo a discutere di questo argomento e dimostreremo come questa amministrazione è dannosa per la nostra comunità.

Inefficienza, superficialità, procedure illegittime, inconcludenza, mancanza di strategie e di obiettivi, conclude Coletti, qualificano l’operato del centrodestra in Provincia di Chieti.