Pin It

Il Consiglio di Stato rigetta i Ricorsi delle Regioni Abruzzo e Puglia

di Morena Marzoli

La Società inglese Spectrum Geo specializzata nella ricerca di idrocarburi, fornisce indagini e servizi per le industrie petrolifere e di gas globale, ha sedi in diversi Stati: Regno Unito, Stati Uniti, Australia, Singapore, Brasile, Egitto, Norvegia ed opera in tutto il mondo.

La Spectrum è interessata alle trivellazioni lungo la costa adriatica dell'Emilia Romagna, delle Marche, dell''Abruzzo, del Molise e della Puglia.

Sia le associazioni ambientaliste, che le amministrazioni delle Regioni interessate si sono dichiarate contrarie alla trivellazione del mare adriatico, ritenendo simile pratica disastrosa per l'eco sistema marino. 

Dal 2011 ad oggi sono state diverse le iniziative e azioni giudiziarie per contrastare i sistemi con cui la Spectrum Geo intende perforare i fondali marini al fine della ricerca di petrolio e gas.

Nel 2013 l'eurodeputato Andrea Zanoni ha presentato un'interrogazione alla Commissione europea per chiedere delle indagini sulle attività della Stectrum Geo lungo le coste croate dell'adriatico, riguardanti la pericolosità delle tecniche impiegate altamente inquinanti per l'eco sistema marino.

Le Regioni Abruzzo e Puglia dopo anni di opposizione, hanno presentato ulteriori ricorsi in appello al Consiglio di Stato contro i permessi rilasciati alla Società inglese senza alcun esito positivo; i ricorsi sono stati rigettati dal Consiglio di Stato poiché giudicati infondati, dando così il via libera alle attività di trivellazione. 

Settecento chilometri di costa da Rimini a Santa Maria di Leuca verranno scandagliati con la tecnica di sondaggio geofisico air-gun per ispezionare i fondali marini con il rilascio di fortissimi e ripetuti spari di aria compressa, contro il parere delle amministrazioni locali.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna