Pin It

Torniamo su un caso di una vicenda che non onora la giustizia

Da Romeo Raimondi riceviamo e pubblichiamo

Da Romeo Raimondi, protagonista suo malgrado di una lunga vicenda giudiziaria che comunque non onora la nostra giustizia, non solo per i lunghi tempi in cui si è svolta finora, riceviamo e pubblichiamo:

Nel ringraziarvi per aver dato spazio alla mia vicenda, con la nota "Quando la notizia non è uguale per tutti" vi segnalo che il 17 novembre ci sarà l'udienza in camera di consiglio su opposizione alla richiesta di archiviazione.

In questa opposizione ho richiesto:

L'acquisizione dei procedimenti penali di cui titolari i giudici indagati per meglio definire i reati da loro commessi.

I 3 giudici sono stati indagati per abuso d’ufficio e concorso di più persone per un reato.

Da specificare che il reato commesso dai giudici indagati non è un reato bensì 3 distinti reati commessi in 3 momenti diversi, anche se legati agli stessi fatti.

La richiesta dell’acquisizione di tutti i procedimenti civili posto sotto sequestro dal Pm D’Avolio per provare che ci sono state gravi violazione nello scrivere la sentenza prima della discussione orale, così determinando pesanti connivenze che chiedo vengano finalmente portate alla luce nel corso del dibattimento.

Chiederò che venga fatta piena luce anche sulla competenza dei giudici di Ascoli Piceno nel giudicare le vicende processuali che mi hanno visto contrapposto alla società Fontana Srl.

Sarà finalmente arrivato il momento, è questo il mio auspicio, per portare in piena luce quanto ho dovuto subire negli anni, dal 1993 quando subii le prime minacce e fui oggetto di intimidazioni e di un disegno teso a rendere la mia figura come quella non di vittima di vessazioni e ingiustizie ma di un inadempiente nei confronti della citata società.

Si dovrà anche parlare di tutta una serie di altri fatti, che sono stati peraltro segnalati da ricorsi al ministro di Grazie e Giustizia ed anche da interrogazioni parlamentari, (a tal proposito comunico che l'onorevole Torto del M5S ha comunicato al Ministro della Giustizia, in attesa che ci siano tutte le risposte alle interrogazioni citate, il fatto che il 17 ci sarà la Camera di Consiglio) consistenti in fascicoli penali già apersi e scomparsi, di prescrizioni manovrate, di situazioni di illegalità mai sanate che ancora sussistono in questa storia, con il coinvolgimento di Regione ed anche di uomini in toga.

Sarà, ripeto, dopo tanti anni, questa Camera di consiglio finalmente ottenuta, che vede quanto meno sotto accusa tre magistrati che dovranno difendersi e chiarire molte cose, una dimostrazione che è sempre possibile trovare un giudice non a Berlino ma in quel di Campobasso per restituire alla bilancia della giustizia la credibilità che spero mi possa essere restituita dopo tanti anni e tante traversie subite.

Vedi anche: Quando la notizia non è uguale per tutti

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna