Pin It

Carlo MasciMa la strada non è l’uso del piccone

di Morena Marzoli

Il Sindaco di Pescara prende a picconate due opere abbandonate, una di queste usata come deposito per gli spacciatori, l'altra una fontana “abbandonata”.

Il drastico gesto del primo cittadino pescarese.

A Pescara in Piazza Martiri Pennesi, un manufatto veniva usato dagli spacciatori di droga come deposito e lungo la Strada Parco, una fontana abbandonata da molti anni veniva utilizzata come cassonetto della spazzatura da alcuni residenti.

"Quando ci vuole, ci vuole" scrive il Sindaco Masci sulla sua pagina Facebook, mostrando il video in cui piccona le costruzioni e aggiunge: "Adesso non ci sono più"

Una sceneggiata gratuita, inutile, nociva, poco educativa.

Lasciamo perdere il muretto, un sedile utilizzato per fare quattro chiacchiere fra amici “sbandati”, magari avvinazzati, ma innoqui.

Ma la fontana perché distruggerla?

Se era diventata un contenitore di rifiuti bastava ripulirla e ripristinarvi la conduttura dell’acqua.

Il piccone lo si usi per rinnovare, non per distruggere.

Infine, paragonare Carlo Masci al “Picconatore” Francesco Cossiga è completamente fuori luogo;

mentre il sindaco di Chieti Nicola Cocullo intervenne con il piccone per ovviare a un danno causato dalla Sovraintendenza che aveva fatto riparare con il cemento e non con mattoni una gradinata del periodo romanico.

tutti pazzi per la Civita

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna